Una tappa del mio tour italiano straDegusto che mi ha molto entusiasmato, è stata la due giorni immerso nella totale tranquillità del Trebbiolo Relais. Un posto incredibile incastonato nelle suggestive colline toscane di Fiesole, tra natura e vedute panoramiche di tutto rispetto. Un’antica residenza di campagna trasformata in luogo di ospitalità, le camere sono tutte arredate in stile antico e con soffitti decorati da affreschi. Nella cucina della struttura opera Joshua, giovane chef fiorentino con molta grinta e passione per il suo mestiere e che dimostra con le sue creazioni. Lo avevo contattato per l’obiettivo del mio tour, cioè raggiungerlo e cucinare insieme un piatto tipico, oltre che per scoprire alcune sue preparazioni che avevo potuto ammirare tra i suoi scatti “social”.

    

Grande disponibilità ed entusiasmo da parte di Joshua, perciò pronti via e arrivo in Toscana armato del mio grembiule e la voglia di imparare qualche trucchetto. Ricerca e innovazione per lo chef, senza dimenticare la tradizione. Ho potuto degustare alcune sue chicche come la bruschetta e la caprese, preparata con pane toscano, ciliegini, olio di frantoio, basilico fresco e spuma di bufala D.O.P.; qualcosa di eccezionale, il pane leggermente croccante e la mozzarella cremosa già vincono, con il pomodoro e il basilico che tutto unito insieme compone un mix di sapori semplici ed impeccabili. Per non parlare della succulenta tagliata di chianina, con scaglie di pecorino toscano, erba di campo e balsamico; tenera e gustosa, mi ha steso proprio. Senza farmi mancare un dolce, ossia una cheesecake rivisitata dallo chef, originale con crema, biscotto e marmellata “smontati”, pazzesca!


Dopo questa cena squisita ho capito che con Joshua sarebbe stato un buon lavorare, infatti il giorno seguente, per quello che era ed è l’obiettivo del mio tour, lo chef mi ha aperto le porte della cucina del relais. Qualche ora spassosa di lavoro, in cui abbiamo preparato niente meno che le tagliatelle fatte a mano con ragù di chianina pura, qualcosa di notevole! Mi sono impegnato non solo in foto e video, ma anche tra impasti e tagli al coltello. Tagliatelle stese rigorosamente a mano, carne di alta qualità macinata ed erbe e profumi provenienti direttamente dal giardino della struttura e naturalmente un buon vino toscano.

  

Risultato impeccabile constatato dall’assaggio finale per me e Joshua, ma sinceramente non avevo alcun dubbio. Un’esperienza speciale ed istruttiva aver conosciuto un giovane chef, davvero in gamba e con un gran potenziale ed aver lavorato in cucina con lui. Oltre al piacere di soggiornare al Trebbiolo Relais, una location dal fascino unico e davvero caratteristico, dove passare qualche giorno in totale relax.