Sono stato a fare visita all’Azienda agricola Antinori Gino, che si trova in un paesino dell’entroterra marchigiano chiamato Avenale, piccola frazione del comune di Cingoli meglio conosciuto come il “Balcone delle Marche”. E’ qui che Giorgio ha messo in piedi questa realtà nel 2011, con l’intento di far conoscere e commercializzare i suoi prodotti. Un ragazzo giovane ma che ha maturato una buona esperienza nel settore, che costretto a rinunciare al vecchio mestiere e rinunciando a proposte di lavoro sicure, ha investito tempo ed energie nella sua passione.

Il prodotto di punta è il “Nero di Visciole“. Il Prunus Cerasus è una pianta molto diffusa nelle campagne e nelle colline marchigiane, più comunemente conosciuta come “visciola”. Le visciole, che raggiungono la maturazione tra giugno e luglio, una volta raccolte vengono pulite e lavate per poi essere messe insieme al vino ed allo zucchero in recipienti di acciaio. Il risultato è un nettare dolce e aromatico, ottimo da accompagnare con biscotti cantucci, paste secche, ecc. Inoltre qui si produce un salame dolce di fico con un sentore di anice che a me ha creato subito dipendenza. Confetture e marmellate molto “morbide” che accompagnate ai formaggi sono strepitose, e poi la Sapa, che è un condimento dolce a base di mosto cotto.

Naturalmente non può mancare il famigerato ciauscolo (anche di pecora), inconfondibile con la sua consistenza quasi spalmabile e invero delizioso. Tutti prodotti che hanno composto la mia degustazione e devo dire che qui la qualità viaggia ad alti livelli!  E’ stato un piacere per me scoprire ed assaggiare le specialità dell’azienda di Giorgio, ma anche soggiornare nel fantastico agriturismo adiacente, il tutto immerso nel suggestivo contesto delle colline marchigiane con vista fino al mare. Tranquillità, panorami e buon cibo non stanno così male insieme!