Tra nuove aperture e locali storici, ecco un altro tour tra cucine milanesi che hanno ben risposto ai fabbisogni del mio esigente stomaco, con qualche picco di goduria a livelli seri. 

 

 

 

 

 COCCIUTO

Via Bergognone, 24, 20144

Cocciuto è una pizzeria di fresca apertura ma con un potenziale davanti davvero enorme. Il locale è in stile urban chic, elegante e curato, con mattoni a vista e grandi vetrate. Anche i pizzaioli lavorano a vista, cosa che mai dispiace.

La pizza per me è già tra le migliori di Milano. Un impasto diretto davvero magnifico, maturato più di 30 ore, di una leggerezza pazzesca! Da non perdere sono la Nerano, la Viola, la Piennolo, solo per dirne alcune. Nessun problema con la digeribilità ovviamente, già in qualche occasione ho depositato più di una pizza nei vari scomparti del mio stomaco senza subire conseguenze. Da provare assolutamente, senza ma e senza se. Cocciuto è una nuova realtà che fa veramente sul serio.

 

*******

 

TRIPBURGER

Via Emilio Cornalia, 8, 20124 Milano MI

Una nuova hamburgeria che si trova in zona Porta Nuova e propone un hamburger del tutto fuori dai canoni, perché preparato con carni esotiche e non solo. Alcuni esempi: carne di zebra, canguro, wagyu, bufalo, alce.

Qualche fritto sfizioso e con salse interessanti, anche abbinate ai panini. Assaggio l’ Eurpoean con hamburger di cervo 200g, pesto di pomodori secchi al basilico, rucola, Camembert e zucchine grill. Mi piace, buona la carne e gli altri sapori sono equilibrati con essa. Il pane è un misto integrale di semi, un po’ sottile ma buono. Ampia scelta anche di vini internazionali. Da provare sicuramente se vi trovate in zona, per assaggiare qualcosa fuori dal classico.

 

*******

 

OSTERIA BRUNELLO

Corso Garibaldi, 117, 20121 Milano MI

Ristorante con cucina gourmet in un ambiente curato ed elegante, ma senza risultare troppo formale. A dominare sono scaffali con una moltitudine di bottiglie, come il personale presente in sala, davvero in gran quantità.

Assaggio la cotoletta alla milanese che gode di una fama interessante, ed in effetti è davvero notevole, ben fritta e cotta molto bene, risultando tenera. Si dice molto bene anche del risotto alla milanese, che voglio tornare a provare presto. Buon vino, il sorbetto da 6 euro un po’ deludente. Siamo in corso Garibaldi, i prezzi sono leggermente sopra la media ma visto il contesto ci sta.

 

*******

 

PIZZOTTELLA 
Via Lodovico Muratori, 8
La pizza in teglia alla romana sta insidiando con forza quella napoletana negli ultimi tempi. Vado a provare Pizzottella di apertura estiva in Porta Romana, locale piccolo al piano superiore dove ampio spazio è preso dal reparto produzione, dal bancone e dai forni, mentre una scala conduce al piano inferiore più spazioso. Mattoni a vista, travi in legno e luci basse, senza troppi orpelli.
Vi sono sapori tradizionali, alcune proposte stagionali e ovviamente i classici romani. Vado di assaggi misti e la pizza  si presenta croccante alla base come dev’essere; molto buona la crudo e stracchino, ottima quella con cicorietta saltata, crema di ceci e pomodorini confit.
Poi un tuffo nei sapori romani, la gricia e la carbonara sono un discreto sballo di gusto, sulla cacio e pepe prevale un pochino troppo il pepe ma è ben fatta comunque.
Buona birra ad accompagnare il tutto, il personale è sorridente e simpatico, il che non guasta. Un’ottima pizza in teglia da assaltare se state nei paraggi.
********

TRATTORIA AMICI MIEI

Viale Bligny, 36

La classica trattoria vecchio stile, ambiente rustico e tovaglie di carta ai tavoli. Indirizzo storico dove gustare la cucina tipica meneghina che ha da poco aperto il secondo atto poco distante.

Io vado insieme al mio amico Michele aka Baffetto Food in visita a Milano, naturalmente per assaggiare qualche classicone. Nell’ordine, crostoni con lardo e miele come antipasto, e sul livello di totale goduria riguardo questo accostamento credo ci sia poco da dire, fantastico!

Prendiamo il risotto con l’ossobuco, che quando fa la comparsa al tavolo stiamo già sbrodolando fino alle ginocchia. Pazzesco, perfetto di cottura e mantecatura, carne gustosissima e che si scioglie, l’insieme è una bomba che esplode in bocca. Qui l’asticella del godometro si alza a livelli seri.

Ci giochiamo poi senza remore la famigerata cotoletta a orecchia d’elefante, però divisa in due, onde evitare il ricovero immediato in cardiologia. Qui si fermano gli orologi; roba che non basta il piatto a contenerla, qualcosa come un chiletto di ciccia fritta due volte nel burro, croccante all’esterno e tenera alla masticazione. Senza dubbio una botta di grassi saturi tra le migliori che abbia assunto ultimamente. Una bottiglia di vino e stiamo in pace col mondo.

Della trattoria Amici Miei non ci si scorda, provatela!

 

******

 

THE LAB MILANO

Via Pasquale Sottocorno, 5A

In questo piccolissimo locale in via Sottocorno si preparano hamburger gourmet di un certo livello. Quattro tavoli, un bancone con sgabelli di fronte alla cucina a vista, poche scelte dal menu con proposte che variano secondo la stagione.

Nessun hamburger classico, come si può dedurre dal nome stesso, qui ci sono piatti studiati in mezzo al pane, un buon pane. Io assaggio il “Terracotta” con 170 g di fassona piemontese, pere al forno, fonduta di Castelmagno DOP, gelatina al porto, tartare di cavolo viola in insalata.

Roba seria, mi piace la combinazione di sapori, con la carne ben sostenuta dagli altri ingredienti. Ottima la patata al cartoccio con burro e sale affumicato in accompagnamento. Una vera esperienza di gusto, davvero tanta qualità! Menzione per il servizio, preciso e cortese. Se vi trovate in zona fareste bene ad entrare!

 

 

E voi avete già provato alcuni di questi ristoranti o ce n’è uno in particolare che vi incuriosisce? Fatemelo sapere commentando sotto l’articolo oppure condividendo le vostre foto sui social, utilizzando l’hastag #habemusfame!