Gli gnudi sono un piatto tipico della Toscanauna preparazione rustica e genuina, altro non sono che grossi gnocchi di ricotta e spinaci, che come si deduce dal termine stesso sono “nudi”, praticamente il ripieno senza il rivestimento di pasta esterna. Li ho preparati e conditi semplicemente con burro e salvia, come si usa fare per presentarli così come nascono.

Gli gnudi

[ingredients title=”Ingredienti per 4 persone”]

  • 400 gr di spinaci
  • 300 gr di ricotta
  • 1 uovo
  • 80 gr di farina 00
  • 50 gr di parmigiano grattugiato
  •  qualche foglia di salvia
  • noce moscata q.b.
  • burro q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • olio evo q.b.
  • Tempo di preparazione: 30 minuti

[/ingredients]

Preparazione

Per preparare gli gnudi innanzitutto, lava gli spinaci e falli lessare in acqua salata a fuoco basso, quindi scolali e strizzali bene. In una padella scalda un filo d’olio extra vergine e uno spicchio d’aglio, aggiungi gli spinaci e falli insaporire qualche minuto, quindi spegni il fuoco e lasciali raffreddare.
In un ampia ciotola lavora la ricotta con una forchetta, aggiungi gli spinaci e fai legare bene, poi unisci l’uovo, la farina, il parmigiano, una presa di sale, un po’ di pepe e la noce moscata.

Amalgama bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere un’impasto morbido, quindi forma con le mani gli gnudi, devono essere delle dimensioni di una polpetta media, di circa 15 gr di peso. Una volta pronti passali delicatamente nella farina, facendoli rotolare per farla aderire bene, quindi scuoti la farina in eccesso e sistemali su un canovaccio. Porta a leggera ebollizione abbondante acqua salata e pochi alla volta immergi gli gnudi, non appena saliranno a galla saranno pronti.

Nel frattempo sciogli una noce di burro in un tegame, unisci le foglie di salvia e fai insaporire. Con una schiumarola scola gli gnudi e trasferiscili nel condimento, mescolando con delicatezza. Servili caldi con una spolverizzata di parmigiano e goditi questa delizia della tradizione toscana.

Se ti piace questa ricetta e vuoi scoprirne altre seguimi sulla pagina Facebook Habemusfame e su Instagram, sono anche su Twitter e Pinterest.